BIEN HOA - Cocincina

Hits: 371

MARCEL BERNANOISE1

I. Geografia fisica

SITUAZIONE

     La provincia di Bienhoa [Biên Hoà] è delimitato a nord dal regno di Cambogia, a sud-est e ovest, dalle province di Baria  [Bà Rịa] e Gia Dinh [Gia Định], ad est, dall'impero annamita, e ad ovest, dalle province di Thudaumot [Thu ộu Một] e Gia Dinh [Gia Định]. Ha una lunghezza di 110 km e una larghezza di 90 km. Nel nord-ovest e nel sud-ovest di Bienhoa [Biên Hoà] il terreno è composto da terra grigia, da un sottosuolo di ghiaia sabbiosa e nel nord-est e est-sud-est ha un colore rossastro (argilla ferruginosa argillo). Il fiume più importante è il Dong Nai [Nng Nai], la cui fonte è a nord dell'altopiano di Lang Biang [Liang Biang] (Annam [An Nam]). Dopo aver attraversato il territorio indipendente dei Mois e le fitte foreste e aver formato diverse cascate impraticabili, penetra nella Cochin-Cina dal cantone Mois di Binh Tuy [Bình Tuy] (Bienhoa [Biên Hoà]).

STRADE DELLE COMUNICAZIONI

    Oltre ai corsi d'acqua, la provincia di Bienhoa [Biên Hoà] ha una vasta rete di rotte, fornendo facili mezzi di comunicazione tra le varie province della Colonia, nonché con le varie località della provincia. C'è anche una linea ferroviaria da Saigon [Sài Gòn] a Phanthiet [Phan Thiết] che attraversa l'intera lunghezza della provincia, una distanza di oltre 100 km.

CURIOSITA 'ARGHAELOGICHE

    Con il suo splendido scenario, le sue foreste piene di selvaggina, la provincia di Bienhoa [Biên Hoà] è di estremo interesse per turisti e sportivi. Le principali escursioni sono: Le cascate di Trian [Trị An] (35 km dal capoluogo e 65 km da Saigon [Sài Gòn]), dove è stata eretta una casa di riposo, sotto la cura e al costo della provincia. I centri sportivi e di caccia sono: A est, il Xuanloc [Xuan Loc] distretti di Nui Chuachan [Núi Chứa Chan], le savane del Lagna [La Ngà], nel nord-ovest di An Binh [An Bình] e dintorni.

II. Geografia amministrativa

    La provincia comprende i Cantoni Annamiti, suddivisi in 115 villaggi e 7 Cantoni Mois con 45 villaggi. La popolazione di 132000 abitanti comprende 125 europei, 116000 Annamiti, 11500 Mois, 2000 cinesi ecc.

BIEN HOA

    Il capoluogo della provincia, a 30 km da Saigon [Sài Gòn], sulla riva destra del fiume Donai [Nng Nai]. Tutte le filiali del servizio amministrativo sono qui rappresentate. Ha una corte di giustizia con ampi poteri. Una compagnia di tiratori scelti è qui in guarnigione, e il secondo squadrone dell'Indo-Chinese Air Service ha sede a Binh Thanh [Binh Thanh] dal 1923.

III. Geografia economica

AGRICOLTURA, RISO

    È già stato menzionato che il suolo di Bienhoa [Biên Hoà] non è molto adatto per la coltivazione del riso. Solo circa 30000 ettari di terreno sono in uso per campi riee. La provincia di Bienhoa con la sua vasta area di terreno rosso molto fertile, porterà in pochi anni alla coltivazione della pianta di hevea per la produzione di gomma. Oltre 32000 ettari sono stati concessi a società di fioriere hevea. La superficie effettiva piantata è di oltre 8500 ettari e il numero di alberi già sanguinati o tagliati è stimato a 795.553. Nel 1924 la produzione di gomma a secco ammontava a oltre 1.500 tonnellate. Dopo la crisi di gomma, le aziende hanno nuovamente rivolto la loro attenzione allo sfruttamento delle loro piantagioni e all'aumento della loro area e manutenzione.

VARIE COLTIVAZIONI - PIANTE DI CACAO

    La superficie superficiale riservata a queste piantagioni è di 1.500 ettari, di cui 800 ettari sono già stati lavorati.

PIANTAGGI DI CANNA DA ZUCCHERO

    Questi occupano circa 1.100 ettari e si trovano nei cantoni del nord e dell'ovest della provincia.

PALME DI CAVOLO

    Sono coltivati ​​1.700 ettari di terra, con una produzione annua di 600.000 chili. Altre piantagioni di importanza secondaria sono: caffè, tabacco, mele e arachidi (Terra-noci), alberi da frutta e verdura.

COMMERCIO

    C'è un'attività commerciale abbastanza intensa nella provincia. Oltre allo scambio di prodotti consumati nella provincia, il traffico di legname occupa una posizione molto importante. Le foreste di Bienhoa forniscono tutte le varietà di alberi (trac, cam-lai, le varie specie di go, sao, dau ecc.) e il legname viene sfruttato da società e individui industriali, che sfruttano le strade asfaltate per distribuire la loro merce nelle altre province di Cochin-Cina. In secondo luogo, le cave di granito e laterite sono di notevole importanza commerciale.

INDUSTRIA

    L'industria forestale rappresentò, nel 1923, il seguente importante commercio: 47.000 metri cubi di legna da ardere, 11.000 metri cubi di legname per l'edilizia, 5.000 metri cubi di legname per carpenteria, 170 tonnellate di carbone, 120 tonnellate di pirologia. Di recente è stata costituita una nuova società, la "Indo-Chinese Forest Co." Song Dinh [Sông Dinh], nella parte orientale della provincia, vicino alla frontiera di Annam [An Nam], per sfruttare il commercio del legname, con installazioni completamente moderne (segherie-motori a vapore ed elettrici, "materiale Decauville", ecc.). C'è una distilleria cinese a Binh Truoc. La produzione annua è compresa tra 400 e 450.000 litri di alcol nativo.

RAFFINERIE DI ZUCCHERO NATIVE

    Ci sono 330 raffinerie native, che tuttavia sono in funzione solo durante la stagione della raccolta della canna da zucchero. C'è un tessitore cinese nel villaggio di Binh Truoc che possiede una piccola industria del cotone con una produzione mensile di 3.500 metri di materiale. È di qualità comune ed è venduto a Bienhoa [Biên Hoà], Saigon [Sài Gòn] e Cho Lon [Chợ Lớn]. Esiste una fabbrica di pennelli, appartenente a M. Prevot Phuoc Ly [Phước Lý].

MEZZI DI COMUNICAZIONE

    Anche questi sono molto numerosi. oltre al Saigon [Sài Gòn] - Phanthiet [Phan Thiết], che corre sei volte al giorno, andata e ritorno, ci sono undici servizi di trasporto pubblico di automobili. D'altra parte, non ci sono piroscafi passeggeri nella provincia. Barche e chiatte per il trasporto di vari prodotti, di granito, laterite, ceramiche, cereali, frutta, sono in uso per un numero di 1.700 di dimensioni variabili.

IV. Storia

    (…) Così Bienhoa [Biên Hoà] è stato conquistato dal Signore di Colore [Huế] (Annam [An Nam]) Nguyen Hieu Vuong [Nguyễn Hiếu Vương], nel regno del re Le Than Ton [Lê Thánh Tôn] (di 1648-1663) e colonizzati dagli abitanti di Quang Nam [Quảng Nam], Quang Ngai [Quảng Ngãi] e Ninh Binh [Ninh Binh]. Verso il 1705, questa colonia fu accresciuta dall'arrivo di Chinamen, i detriti di un esercito sotto il Generale Duong Ngan Lich [Dương Ngân Lịch]. Con l'aiuto di questi importanti immigrati, il paese è stato bonificato e coltivato. Il commercio e l'industria fecero passi da gigante e il villaggio di Ban Lan divenne un importante centro commerciale, frequentato da navi mercantili di varie nazionalità, che salirono sul Dong Nai [Nng Nai] per barattare la loro merce. Bienhoa- [Il provinciale Biên Hoà] Tinh apparteneva agli Annamiti fino alla data della sua occupazione da parte dei francesi nel 1861. Sotto la dominazione francese, Bienhoa Tinh [Il provinciale Biên Hoà] è stato formato in tre province: Baria [Bà Rịa], Bienhoa [Biên Hoà], Thudaumot [Thu ộu Một].

BAN TU THƯ
12 / 2019

NOTA:
1: Marcel Georges Bernanoise (1884-1952) - Pittore, è nato a Valenciennes, la regione più settentrionale della Francia. Riepilogo della vita e della carriera:
+ 1905-1920: lavorare in Indocina e incaricato della missione presso il Governatore dell'Indocina;
+ 1910: insegnante alla scuola dell'Estremo Oriente in Francia;
+ 1913: studio delle arti indigene e pubblicazione di numerosi articoli accademici;
+ 1920: Torna in Francia e organizza mostre d'arte a Nancy (1928), Parigi (1929) - dipinti di paesaggi su Lorena, Pirenei, Parigi, Midi, Villefranche-sur-mer, Saint-Tropez, Ytalia, così come alcuni souvenir dall'Estremo Oriente;
+ 1922: Pubblicazione di libri sulle arti decorative in Tonchino, Indocina;
+ 1925: vince un primo premio all'Esposizione coloniale di Marsiglia e collabora con l'architetto del Pavillon de l'Indochine per creare una serie di oggetti per interni;
+ 1952: muore all'età di 68 e lascia un gran numero di dipinti e fotografie;
+ 2017: il suo laboratorio di pittura è stato lanciato con successo dai suoi discendenti.

RIFERIMENTI:
◊ Prenota “LA COCHINCHINE"- Marcel Bernanoise - Hong Duc [Hồng Đức] Editori, Hanoi, 2018.
◊  wikipedia.org
◊ Le parole vietnamite in grassetto e in corsivo sono racchiuse tra virgolette - impostate da Ban Tu Thu.

VEDI ALTRO:
◊  CHOLON - La Cochinchine - Parte 1
◊  CHOLON - La Cochinchine - Parte 2
◊  SAIGON - La Cochinchine
◊  GIA DINH - La Cochinchine
◊  Cocincina

(Tempi 547 Visitato, 5 visite oggi)
en English
X